Cerca

Il gatto viziato

Ricette sfiziose per palati curiosi…

Tag

pesto

SPAGHETTI AL PESTO DI CRESCIONE

Nasturtium_officinale

PER ASCOLTARE LA RICETTA CLICCA SULLA FOTO

Oggi su ESTATISSIMA parliamo di crescione, pianta comune che troviamo nei prati umidi, vicino alle sponde dei ruscelli. Raccogliete solo quello che vi serve usando le forbici, per non danneggiare la pianta che è diffusa su tutto il territorio nazionale ma sta diventando rara. Il sapore è piccantino ma piacevole, e si accentua con l’età della pianta, quindi se volete un pesto delicato raccogliete le foglie in cima e gli steli giovani.  Continue reading “SPAGHETTI AL PESTO DI CRESCIONE”

Annunci

Orzo estivo con pesto di fagiolini

orzo_pesto_ fagiolini (10)L’orzo, che meraviglia!
Non solo è la materia prima da cui si ricava la birra, e scusate se è poco, ma è anche un cereale ricco di proprietà benefiche. Ottimo per chi soffre di problemi legati allo stomaco, grazie al tocotrienolo è perfetto per chi ha il colesterolo alto e, addirittura, pare che alcuni degli estrogeni vegetali che contiene siano efficaci per combattere il tumore al seno.
Oltre alla birra ci si ricava anche caffè, farina, pane, decotti e zuppe, i fiocchi per la colazione, la polenta e persino le caramelle. Continue reading “Orzo estivo con pesto di fagiolini”

Spaghetti al pesto di rucola e noci di macadamia con fave

 

pesto_e_fave (graphic)

La primavera in cucina è una vera miniera di sapori e profumi: tenere insalatine, rucola, fragole, asparagi, aglio fresco e naturalmente le fave!

Ricche di ferro, potassio, magnesio, rame, selenio e vitamine, soprattutto acido ascorbico, le fave sono le meno proteiche della famiglia dei legumi, ma quelle qualitativamente migliori. Le tenere primizie si consumano crude, classicamente con il pecorino e un bel bicchiere di vino rosso, immagine che rimanda a tavolate all’aperto sotto il tiepido sole primaverile quando si osa, se non ancora il bikini, almeno la canottiera.
Tuttavia io preferisco i bacelli un po’ più cresciuti, vellutati al tatto, contenenti semi grandi come olive schiacciate, da scottare velocemente in acqua bollente, per poi privare del tegumento e saltare con il delicato profumo dell’aglio fresco. Ottime come contorno, perfette per questa ricetta dove ho legato gli spaghetti con un pesto insolito a base di rucola e noci di macadamia, decisamente più delicato rispetto alla versione classica, ma altrettanto gustoso.

Non occorre tanto tempo per realizzare questa ricetta, soprattutto se si prepara il pesto qualche giorno prima, ecco come procedere:

Ingredienti:
(per il pesto di rucola e noci di macadamia)
200 g di rucola
100 g di noci di macadamia
2 spicchi di aglio secco
olio extravergine di oliva
sale

(per la pasta)
320 g di spaghetti ruvidi (per 4 persone)
kg 1,5 di fave (peso con i baccelli)
2 grossi spicchi di aglio rosso fresco
olio extravergine di oliva
sale

Procedimento:
(per il pesto)
Tritare le noci di macadamia e l’aglio mettendoli nel mixer, quindi inserire la rucola lavata e asciugata, facendo attenzione a non scaldare il pesto. Ridurre in crema aiutandosi con l’olio e aggiustare di sale. Il pesto si conserva per alcuni giorni in frigorifero, coperto con un velo di olio, all’interno di un barattolo chiuso.

(per la pasta)
Aprire i baccelli e sgranare le fave, quindi scottarle in acqua bollente salata per 5 minuti. Scolare ed eliminare il tegumento, cioè la pellicina che sarà leggermente raggrinzita e quindi semplice da rompere con le mani. Una volta aperto il tegumento con una leggera pressione sarà facile far sgusciare fuori il seme composto da due metà. Mettere a bollire una pentola alta, salare e cuocere gli spaghetti. Nel frattempo In un tegame mettere l’aglio fresco e l’olio e fare saltare velocemente le fave per 3 o 4 minuti, eliminare l’aglio e unire gli spaghetti scolati. Aggiungere un paio di cucchiai di pesto, spadellare velocemente e impiattare raccogliendo le fave sul fondo della padella.

Questo piatto è buonissimo così, ma se preferite potete aggiungere una spolverata di pepe e un po’ di pecorino grattugiato.

Peperoni ripieni di feta, al pesto di finocchietto

ImmagineAdatti come antipasto o come secondo, perfetti per una cena in piedi, ottimi come contorno. Questi peperoni non solo sono versatili e facilissimi da fare, ma sono anche una sorpresa all’assaggio perché la patata in cottura si lega alla feta ammorbidita, il tutto condito dal sapore del finocchietto selvatico. Ma attenzione, alla fine non avrete peperoni ripieni di una crema perchè ogni elemento manterrà la sua consistenza e sapore, pur se piacevolmente fuso con gli altri. Da provare 🙂

Ingredienti:
4 peperoni, possibilmente quadrati e uguali
400 g di patate novelle
200 g di feta
4 cucchiai di pesto al finocchietto
olio extravergine di oliva
sale

Procedimento:
Per prima cosa lessate al dente le patate, bollendole per circa 10/12 minuti o al vapore per 5 minuti nel microonde. Sbucciatele, fatele a dadini e mettetele in una ciotola.
Lavate e tagliate a metà i peperoni, compreso il picciolo. Svuotateli delicatamente dai semi, eliminate i filamenti bianchi e appoggiateli su una placca da forno come nella foto*.
Prendete la feta sgocciolata, tagliatela a dadini e unitela alle patate, condite tutto con il pesto di finocchietto, sale e olio extravergine di oliva. Con questo composto riempite i peperoni, fate un ulteriore giro d’olio e infornate per 40 minuti a 180°.
Questi peperoni s possono servire caldi ma sono ottimi anche a temperatura ambiente!

* Piccolo suggerimento: per mantenere i peperoni dritti usate un po’ di alluminio accartocciato come supporto!

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Agrodolce

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Growing Up Italian

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Blog da Clorofilla

Ricette sfiziose per palati curiosi...

www.goodlifeeats.com/

finding the good in the kitchen and in life

This Rawsome Vegan Life

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Gocce D'Aria

il blog della Daria

la balenavolante

ricette vegan, autoproduzione e libri

Pappa Reale » Pappa Reale |

Ricette sfiziose per palati curiosi...

SALTO nel CRUDO

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Academy Times

Il Magazine di Organic Academy