Cerca

Il gatto viziato

Ricette sfiziose per palati curiosi…

Tag

patè di olive

Risotto verza e patè di olive verdi

risotto_verza (3)

Prima di accomiatarci dalla stagione più fredda, cogliamo fino all’ultimo tutto il bene che la verza ci porta in termini di vitamine A, K, C e di sali minerali come il potassio, il ferro, il fosforo, il calcio e lo zolfo utili, tra l’altro, all’idratazione della pelle, senza dimenticare la sua potente azione antitumorale.
Sarà per questo che l’uso di questo rustico ortaggio è noto da secoli, e troviamo ricette a base di verza in tutta europa, dalla Romania, alla Grecia fino alla classica cassoeula milanese o nei pizzoccheri valtellinesi.
Oggi la propongo nel classico risotto con l’aggiunta di un tocco insolito, il patè di olive verdi, purchè rigorosamente di qualità., e un pizzico di peperoncino. Una sorpresa per il palato e un altro modo di gustare la verza, verdura invernale dalle proprietà benefiche e dal sapore meraviglioso.

Ingredienti (per 4 persone):
320 g riso Carnaroli
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 scalogno
1,5 l di brodo vegetale
300 g di verza già pulita
30 g formaggio grana
peperoncino in polvere
patè di olive verdi
vino bianco secco

Procedimento:
Per prima cosa staccate qualche foglia dal cespo di verza, togliete la costa centrale (che potrete riutilizzare in una minestra), lavatele e pesatene 300 grammi. Poi affettatele grossolanamente e fate stufare con l’olio e lo scalogno tritati fine, sfumando con il vino bianco . Quando la verza sarà appassita, dopo una decina di minuti circa, aggiungete un pizzico di sale e poi il riso. Fate tostare riso e verza insieme per un minuto e proseguite con la normale cottura del risotto, ovvero 18 minuti totali. A cottura ultimata aggiungete due o tre cucchiaini di patè di olive verdi, un pizzico di peperoncino in polvere e il formaggio grana. Fate mantecare per i classici due minuti e servite caldo.

Annunci

Pomodori nel bicchiere

Immagine

Un antipasto insolito e sfizioso o un modo diverso per cominciare la cena perché il gusto acidulo invita a mangiare o, come si dice, apre lo stomaco. L’esatto contrario del dolce che infatti si gusta a fine pasto. Ecco perché il pomodoro si presta molto bene a fare da antipasto!
E’ una ricetta veloce, molto saporita che si prepara in anticipo e si mette in frigo fino a pochi minuti prima di servirla.

Ingredienti (x 12 bicchierini):
400 gr pomodori tondi rossi e maturi
250 gr di pomodori sott’olio, perfetti quelli semi secchi
200 gr panna acida
200 gr patè di olive nere taggiasche
1 mazzetto di basilico
olio extravergine di olive
sale, pepe

Procedimento:
Prendete i pomodori freschi, tagliateli a cubetti, eliminate i semi, spolverateli di sale e metteteli in un colapasta a perdere l’acqua. Dopo 10/15 minuti, sgocciolateli bene, conditeli con olio e pepe macinato fresco. Tritate il basilico, unitelo ai pomodori e tenete da parte.
Con un coltello affilato tagliate finemente i pomodori sott’olio (non nel mixer!) e, per ultimo, con una frusta sbattete leggermente la panna acida con un pizzico di olio e sale.
A questo punto componete i bicchierini come segue: mettete sul fondo uno strato di pomodori sott’olio, appoggiate sopra un cucchiaino di patè di olive e infine i pomodori freschi. Terminate con un cucchiaio di panna acida e riponete in frigorifero. Al momento di servire guarnite con una bella foglia di basilico e buon appetito!

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Agrodolce

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Growing Up Italian

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Blog da Clorofilla - greenMe

Ricette sfiziose per palati curiosi...

www.goodlifeeats.com/

finding the good in the kitchen and in life

This Rawsome Vegan Life

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Gocce D'Aria

il blog della Daria

la balenavolante

ricette vegan, autoproduzione e libri

Pappa Reale » Pappa Reale |

Ricette sfiziose per palati curiosi...

SALTO nel CRUDO

Ricette sfiziose per palati curiosi...

Academy Times

Il Magazine di Organic Academy