friselle

CLICCA SULLA FOTO PER ASCOLTARE LA RICETTA

Per il secondo appuntamento con Estatissima, una ricetta a base di un ingrediente semplice e antico, le friselle (friseddhe, in lingua originale salentina), che si prestano a infinite interpretazioni, dalla più classica con pomodori, cipolla e origano a quelle più fantasiose. Forse di origini greche, la frisella altro non è che un pane biscottato con il buco, probabilmente destinato ai naviganti o ai soldati perchè poteva essere conservato per mesi senza alterarsi e, al momento del consumo, rianimato tramite contatto con l’acqua. A questo proposito è importante spiegare che la frisella non va spappolata, ma solo resa morbida tramite immersione rapida in una ciotola d’acqua, il tempo di scandire il suo nome, fri-sel-la, avendo cura di tenere la parte tonda verso il basso.
Nella ricetta di oggi è condita con porri e formaggio fuso, una vera leccornia. Ecco come fare…

Ingredienti (per 4 persone)
– 4 friselle
– 2 porri
– 2 cipollotti
– 100 g gruviera grattugiato (o altro formaggio a piacere)
– 20 g burro
– prezzemolo tritato
– sale, pepe

Procedimento
Lavare i cipollotti e i porri e tagliarli a rondelle, avendo cura di scartare la parte verde del porro che potrà essere usata per un brodo. In una padella far sciogliere il burro, unire i porri e i cipollotti e fare stufare a fuoco basso per cinque minuti, aggiungere il prezzemolo tritato, salare, pepare e spegnere.
Ammorbidire le friselle come spiegato sopra e coprire con le verdure stufate. Grattugiare sopra il gruviera e, se volete, passare sotto il grill il tempo di sciogliere il formaggio e servire.

NB – Se state facendo uno spuntino in spiaggia e siete di fronte a un mare pulito, potete immergere la frisella direttamente in acqua salata!

friselle acqua mare
Fonte: Storie di persone
Annunci