rosa_canina

PER ASCOLTARE LA RICETTA CLICCA SULLA FOTO

La rosa di macchia o canina, cresce spontaneamente in tutta Italia, da nord a sud fino ai 1500 metri di altitudine ed è famosa per le sue bacche arancioni molto decorative. Ma la rosa canina si può utilizzare anche in cucina, infatti sia le bacche e sia i fiori sono eduli, a patto ovviamente che la pianta non sia stata trattata. Quindi se fate una gita e adocchiate l’arbusto, sfidate le spine e staccate delicatamente una manciata di profumati fiori bianco-rosa per la celestiale ricetta che trovate di seguito, perfetta per una cenetta romantica o un invito speciale…

E’ importante non staccare subito i petali dalle corolle, perché sono molto delicati e avvizzirebbero subito, perciò mettete i fiori in un luogo fresco fino al momento di usarli.

RISOTTO AI PETALI DI ROSA CANINA E MIELE

Ingredienti: (per 2 persone):
– 160 g di riso carnaroli o arborio
– 1 cipolla
– 1 litro brodo vegetale
– 40 g burro
– 2 dl vino bianco secco
– una manciata di petali di rosa di macchia (canina)
– due manciate di petali di rosa NON trattata
– miele di acacia (liquido)
– sale, pepe bianco

Preparazione:
Tritate la cipolla e fatela soffriggere con metà burro, unite il riso, fatelo tostare per un minuto, sfumate con il vino fino a completo assorbimento e poi aggiungete man mano il brodo caldo fino a cottura ultimata. Il tempo totale dovrà essere di 18 minuti. A questo punto aggiungete i petali di rosa e procedete con la mantecatura con il restante burro per 2 minuti. Impiattate e distribuite sul riso i petali di rosa canina sui quali farete gocciolare un cucchiaino di miele di acacia che formerà le goccioline simili a rugiada.

risotto rose

Annunci