polpette cavolfiore

I cavolfiori sono spesso visti con diffidenza, non graditi al gusto, accusati di ammorbare l’aria per l’odore che lasciano in cottura. Sfatiamo questa leggenda metropolitana!
I cavolfiori sono buonissimi se ben cucinati e non appestano la casa se sono freschi e cotti il giusto. Sono facili da conservare, potenti antitumorali e si prestano a ricette più che sfiziose.
Grazie alla consistenza morbida e la presenza dolce della patata, questa ricetta è fantastica per proporre i cavolfiori anche ai bambini, i più diffidenti verso questa salutare crucifera 🙂

Ingredienti:
1 cavolfiore medio
1 grossa patata bollita
3 cucchiai di parmigiano
olive taggiasche snocciolate sott’olio
scamorza affumicata
latte di soia
paprika
sale

Procedimento:
Dividete il cavolfiore staccando le cimette e fatelo bollire finchè risulti cotto ma ancora sodo, all’incirca 15 minuti. In alternativa cuocetelo al vapore, anche al microonde. Mentre cuoce tagliate la scamorza a cubetti di 1 cm circa.
Mettete il cavolfiore cotto nel mixer, insieme alla patata e il parmigiano, e triturate grossolanamente legando con qualche cucchiaio di latte di soia e regolando di sale.  Aggiungete un generoso pizzico di paprika e unite le olive snocciolate mescolando a mano, per mantenerle intere. Accendete il forno a 200° e, mentre si scalda, formate delle polpette della grandezza di una clementina, inserendo all’interno un cubetto di scamorza. Appoggiate le polpette su una placca foderata di carta forno, spolverizzatele con un pizzico di paprika e infornate per 15 minuti. Prima di servire decorate con un oliva snocciolata e qualche goccia del loro olio.

NB – I vegani possono eliminare il parmigiano e il cuore di scamorza affumicata, magari aggiungendo un piccolo spicchio di aglio e abbondante basilico tritati, il piatto sarà ugualmente buonissimo 😛

Annunci